fbpx

Intel: violazione di brevetto e ricorso rifiutato. Multa in arrivo

A quanto pare giungono brutte notizie per Intel. Anche se sta lavorando a dei progetti importanti con il lancio di nuovi prodotti, deve pagare una mega multa pari a 2,18 miliardi di dollari per la violazione di brevetto. Questa vicenda in realtà è cominciata a marzo, quando si è concluso il processo che ha visto un tribunale in Texas condannare l’azienda di Santa Clara per violazione dei brevetti di VLSI Technology LLC. Quest’ultima è detentrice a sua volta dei diritti per due brevetti, che appartenevano a NXP Semiconductors.

Tali tecnologie suddette, sono quelle che riguardano la gestione energetica dei chip Intel, quindi si tratta di soluzioni che la società californiana dice di non aver copiato. La difesa, però, non è riuscita a convincere la giuria. Sembra che Intel fosse consapevole della sentenza che avrebbe ricevuto in Texas, infatti lo scorso inverno provò a spostare ad Austin con scuse quali la crisi e problemi di pandemia, ma non ci sono riusciti.

Il produttore californiano, dal canto suo non si arrende e dice di voler procedere con un ulteriore ricorso, non volendo nascondere la delusione per un verdetto che sentenzia così:

contaminato da istruzioni della giuria e da decisioni probatorie errate”.

Al momento si è arrivati ad una delle multe più alte che sono state inflitte ad un’azienda per tale tipo di violazioni, nell’attesa però che siano altri sviluppi, va ricordato che ad aprile una giuria di Waco andò contro VLSI in un altro contenzioso, perché l’azienda chiese ad Intel 3,1 miliardi di dollari per le stesse violazioni.

Potrebbe interessarti

© 2020 casawifi.it -  C.F TRSGLC89M04I470F 

casawifi.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.