USA: rubati accessi iCloud per foto di nudo

Problemi per iCloud, con il caso di Hao Kuo Chi, un quarantenne di La Puente, in California, che è stato dichiarato colpevole e lui stesso ha ammesso la colpa per aver rubato oltre 620.000 tra foto e video dagli account iCloud, cercava foto di giovani donne nude, fingeva essere un dipendente Apple.

L’accusa è di quattro diversi capi d’imputazione, una che ha impersonato un rappresentante che lavorava nel supporto clienti Apple, si è fatto dare i dati per il log in su iCloud e ha scaricato il contenuto. Questo è stato ripetuto almeno 306 volte. Dalla spiegazione dell’imputato, lui e un gruppo di altre persone, che non sono ancora identificate, comunicavano attraverso un sistema di mail criptate, usando tale tecnica per potersi introdurre negli account di persone che avevano contattato online e, una volta scovate immagini di nudo, le condividevano tra loro.

Hao parlava con le stesse vittime tramite due account Gmail (“applebackupicloud” e “backupagenticloud”). L’FBI ha trovato circa oltre mezzo milione di mail dove erano contenuti dati di almeno 4.700 account iCloud.

Il tutto è stato scoperto da marzo del 2018 quando l’azienda di sicurezza che è specializzata nel rimuovere immagini di persone famose da internet ha fatto segnalazione ad un cliente della presenza di un suo nudo su di un sito pornografico.

Hao è stato accusato colpevole per quattro capi d’imputazione, cospirazione e tre per aver fatto accesso non autorizzato ai dispositivi, di cui ognuno potrebbe implicare almeno fino a cinque anni di reclusione.

Potrebbe interessarti

OLED o QNED-MiniLED: quali sono le differenze?

La tecnologia per gli schermi TV in altissima definizione negli ultimi anni non si è fermata un momento e l’apparizione sul mercato dei QNED apre nuove prospettive. Sia Samsung che LG che si danno battaglia su un territorio dove costruiscono l’eccellenza, a colpi di soluzioni come OLED o QLED. Quest’anno LG ha compiuto un passo…

Continua a leggere

La crisi economica c’è ma non intacca il settore tecnologico?

Che la pandemia abbia dato una ulteriore mazzata all’economia mondiale ed italiana è un dato di fatto. Tra restrizioni e chiusure, sono tantissime le attività di grande e piccola entità che hanno dovuto chiudere i battenti. Moltissime aziende, anche dopo il periodo più tragico, non sono riuscite a tornare in prima linea e hanno dovuto…

Continua a leggere

© 2020 casawifi.it -  C.F TRSGLC89M04I470F 

casawifi.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.