Google Pixel: pronta una strategia per il mercato

La Alphabet non ha niente di cui lamentarsi, soprattutto di quelli che sono i risultati avuti nell’ultimo trimestre fiscale. Ma questo sembra apportare una voce in bilancio che fa fatica a decollare.

La categoria che riguarda le Other Bets è una minima parte di  una quantità di fatturati e utili di altre attività. Le entrate sono circa 192 milioni di dollari con perdita operativa di 1,4 miliardi di dollari, questo sempre riguardo l’ultimo trimestre.

Proprio per questo motivo, la divisione che ha il compito di occuparsi di vendere i dispositivi hardware è la parte debole di Google, di cui preferisce non parlare, ma che agli investire dovrà comunque rendere conto.

Proprio per tale motivo, è stato l’amministratore delegato Sundar Pichai a esprimere chiarezza in merito.

Google Pixel lancerà Pixel 6 in autunno

Il dirigente di Google ha già fatto capire le proprie intenzioni, perché in autunno avverrà il lancio della nuova generazione di smartphone Pixel. Tutto questo andrà a mettere in luce quelle che saranno le molteplici novità date dal sistema operativo Android 12. Ma non solo, con questi smartphone si vedranno anche tutti gli investimenti tecnologici.

Per quanto riguarda novità software di Android si sveleranno beta dopo beta, non è molto chiaro come procederanno, ma basta ricordarsi i vecchi rumor sulla gamma dei prossimi dispositivi Pixel.

Sembra per l’appunto che Google voglia spingere per lo sviluppo dei chip realizzati in prima persona, questo con i Pixel 6 e il possibile esordio di SoC custom Whitechapel.

google

Volontà e possibilità di Google: sarà la volta buona?

Pichai deve guardare lungo, oltre al presente, deve anche pensare alla gamma Pixel, infatti sono oramai al centro della sua strategia a lungo termine. Questo significa che ha intenzione di superare i limiti, con una strategia ben articolata e complessa, con in primo piano le iniziative per rendere popolare il segmento consumer per gli smartphone, basti pensare all’apertura del primo store fisico di Google, inoltre, da tenere presente anche tutti i prodotti che caratterizzano l’ecosistema, con inclusi i dispositivi Nest e Fitbit.

Cosa c’è da aspettarsi?

Infine, dicendolo in altri termini non sussiste alcuna volontà di interrompere gli investimenti di tutti i dispositivi hardware. Queste sono delle dichiarazioni incoraggianti, anche se succede spesso di sentirle, come nella primavera del 2020 e anche nell’autunno dello stesso anno, senza ce questo abbia apportato alla gamma Pixel alcun miglioramento. Infatti, si tratta di un prodotto di massa ce non ha raggiunto molto successo.

Ma sembra che, date le recenti notizie, la gamma Pixel 6 abbia un suo design molto più rinnovato rispetto a quelli della precedente generazione, per cui ci si aspetta ce abbia le carte in regola per dare un netto cambio, apportano novità ad un catalogo ormai spento.

Potrebbe interessarti

OLED o QNED-MiniLED: quali sono le differenze?

La tecnologia per gli schermi TV in altissima definizione negli ultimi anni non si è fermata un momento e l’apparizione sul mercato dei QNED apre nuove prospettive. Sia Samsung che LG che si danno battaglia su un territorio dove costruiscono l’eccellenza, a colpi di soluzioni come OLED o QLED. Quest’anno LG ha compiuto un passo…

Continua a leggere

La crisi economica c’è ma non intacca il settore tecnologico?

Che la pandemia abbia dato una ulteriore mazzata all’economia mondiale ed italiana è un dato di fatto. Tra restrizioni e chiusure, sono tantissime le attività di grande e piccola entità che hanno dovuto chiudere i battenti. Moltissime aziende, anche dopo il periodo più tragico, non sono riuscite a tornare in prima linea e hanno dovuto…

Continua a leggere

© 2020 casawifi.it -  C.F TRSGLC89M04I470F 

casawifi.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it.